giovedì 20 luglio 2017

Costiera, scontro frontale tra scooter. Muore un ragazzo di 20 anni

Fonte: Ciriaco M. Viggiano da Il Mattino

Sant'Agnello - Sangue sulle strade della penisola sorrentina: Antonino Esposito, 20 anni, è morto in seguito a uno scontro frontale tra il suo scooter e quello di un altro centauro che viaggiava in direzione opposta. L'incidente si è verificato a Sant'Agnello, lungo corso Italia, all'altezza dell'incrocio con via San Giuseppe. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale, coordinati dal comandante Nello Gargiulo, e gli operatori del 118 che hanno trasferito Esposito all'ospedale di Sorrento. Qui le condizioni del giovane sono apparse subito gravi. E, alla fine, il giovane non ce l'ha fatta. Sulla vicenda indagano i vigili urbani di Sant'Agnello, già impegnati a ricostruire la dinamica dello scontro per accertare eventuali responsabilità.

Schizzano le visualizzazioni per “Lascia Stare”, il nuovo singolo del finalista del talent del San Carlo Carlo Gargiulo di Sorrento

Carlo Gargiulo
Sorrento - Carlo Gargiulo in arte “ZERO” ha appena pubblicato il nuovo video del suo singolo “Lascia stare” e in meno di un’ora sono arrivati migliaia di visualizzazioni sulla sua Fanpage “ZERO”. La dimensione ideale di Carlo teenager Sorrentino, e’ la musica, dove la sua ansia quotidiana “tra le corde” diventa arte e canto cosi’ vola in alto, dove tutto e’ leggero, bello, opportuno, perfetto ed ideale. In autunno seguira’ un nuovo album. Il video ufficiale e’ pubblicato sul canale Youtube “Zero” (CLICCA QUI) e su Facebook.

RAI. TGR Campania di venerdì 21 luglio 2017, ore 19.30. Speciale sull'anteprima nazionale, avvenuta a Sant'Agata sui Due Golfi, del nuovo romanzo di Raffaele Lauro, "Don Alfonso 1890 - Salvatore Di Giacomo e Sant'Agata sui Due Golfi"

Sorrento - Venerdì 21 luglio, alle ore 19.30, il TGR Campania trasmetterà lo speciale sulla presentazione, avvenuta a Sant'Agata sui Due Golfi, in anteprima nazionale, del nuovo romanzo di Raffaele Lauro, "Don Alfonso 1890 - Salvatore Di Giacomo e Sant'Agata sui Due Golfi", con la partecipazione di don Alfonso e Livia Iaccarino, di Massimo Milone, di Riccardo Piroddi, di Antonino Siniscalchi, di Salvatore Ravenna, di Ernesto Iaccarino, di Sergio Corbino e di Ettore Rosato. Intervista all'Autore.

ScuolaViva. Sport@scuola - Istituto Comprensivo Costiero - Vico Equense

Ecologia. Il 23 luglio lavaggio strade e marciapiedi

Vico Equense - L’Amministrazione Comunale – Assessorato all’ ecologia comunica che il 23 luglio, sarà eseguito, a cura della Sarim, un lavaggio delle strade e dei marciapiedi del centro abitato del nostro Comune. È necessaria, per la buona riuscita dell'intervento, la collaborazione di tutti. A tal proposito si informa anche che, al fine di consentire il lavaggio, è stata emessa ordinanza di divieto di sosta con rimozione forzata, in via Filangieri, da piazza Ferrovia all’incrocio con viale Rimembranza, via San Ciro, Piazza Marconi, Viale Rimembranza e Via Cortile dalle 03.00 alle ore 09.00.

Vico Equense. Colonia anziani e spazio ludico ricreativo: al via le domande

Marina di Vico
Vico Equense - Il Comune di Vico Equense, in collaborazione con le operative sociali “Il delfino”, “la Locanda” e l’associazione “Punta del vento”, ha organizzato alla marina di Vico (arenile Postali) la colonia estiva “Argento vivo”, rivolta a tutti gli anziani che hanno superato il sessantesimo anno di età. Dal 15 luglio al 30 agosto nei giorni di martedì, giovedì, sabato e domenica dalle ore 9.00 alle 12,30 sarà garantito la presenza di un operatore per la sorveglianza in spiaggia e in acqua, animazione, lettini, sdraio, e ombrelloni, compresa la merenda di metà giornata e l’uso di servizi igienici, spogliatoio e doccia calda. La quota di partecipazione settimanale è di 20 euro, a parziale copertura delle spese, da versare direttamente alle cooperative incaricate. Inoltre sarà garantito il libero accesso a tutti per la balneazione senza uso di servizi. Invece, il lunedì e venerdì (per l’intera giornata) e nei restanti giorni della settimana, nelle ore pomeridiane, sempre presso l’arenile Postali, potranno essere organizzate, previa approvazione dell’Ente comunale, attività ludiche ricreative rivolte a tutte le fasce d’età: adulti, adolescenti, bambini, con il contributo e la sorveglianza degli anziani disponibili, di concerto con gli operatori della zona ed eventualmente con il contributo de altre associazioni e cooperative sociali. Le attività consisteranno nell’organizzare manifestazioni, attività sportive, tornei ludici educativi, laboratori d’arte e mestieri all’aria aperta e altre iniziative, proposte da singoli o da associazioni. Tali attività non avranno scopo di lucro e saranno assicurate con la partecipazione attiva dell’Amministrazione comunale in termini di supporto logistico e della fornitura di attrezzature, secondo la disponibilità dell’Ente. Per aderire alla colonia estiva “Argento vivo” e per richiedere lo spazio per attività ludiche ricreative, bisogna presentare una domanda all’ufficio politiche sociali del Comune di Vico Equense

(Per eventuali chiarimenti e info contattare l’ufficio politiche sociali del Comune 081.8019330)

Eventi. M’Illumino d’Inverno: nuovo primo posto nella graduatoria regionale

Mario Gargiulo e Giuseppe Cuomo
Sorrento - La prossima edizione di M’Illumino d’Inverno, il contenitore invernale di appuntamenti promosso dal Comune di Sorrento, si è classificato al primo posto nella graduatoria di merito delle proposte progettuali cofinanziate dalla Regione Campania, nell’ambito di quelli degli eventi di rilevanza nazionale ed internazionale. “E’ una notizia che ci riempie di orgoglio e soddisfazione, premia gli sforzi profusi dalla nostra amministrazione e offrire il giusto riconoscimento alla sfida che, ormai da qualche anno, portiamo avanti con il sostegno del sindaco Giuseppe Cuomo - commenta l’assessore agli Eventi, Mario Gargiulo - Con un punteggio di 92 e un finanziamento di 100mila euro, il Comune di Sorrento ha infatti conquistato nuovamente il vertice della graduatoria dei progetti cofinanziati dalla Regione Campania. Anche per l’edizione 2017, la decima, M’Illumino d’Inverno proporrà un cartellone di spettacoli, capace di incantare il pubblico di residenti e di visitatori che affolleranno la nostra città”. Tra i protagonisti del programma invernale, il cantautore, compositore e regista Franco Battiato e il pluripremiato violinista Ara Malikan. “Una terra come questa, meta di tre milioni di turisti ogni anno - continua Gargiulo - non può fare a meno di proporre un’offerta culturale di elevati standard, dalla musica al teatro, dall’arte al cinema. Dopo i primi positivi riscontri raccolti anche con la rassegna estiva “Sorrento Incontra”, diretta da Mvula Sungani, siamo certi che anche il cartellone degli appuntamenti in programma dal prossimo ottobre al febbraio 2018, porteranno nuove occasioni di sviluppo per la destinazione Sorrento”.

Massa Lubrense. Scontro in mare, 71enne muore per le ferite riportate

L'incidente è avvenuto ieri sera ed ha coinvolto un gommone ed una imbarcazione in legno

Massa Lubrense - Tragedia in mare nelle acque antistanti il borgo marinaro dei Marina del Cantone. A perdere la vita è stato A.P., 71enne originario di Massa Lubrense, deceduto a seguito della collisione avvenuta tra due unità da diporto. Ieri sera l'uomo si trovava a bordo di un barchino in legno di circa 4 metri quando è avvenuta la collisione fatale con un gommone di circa 7 metri condotto da G.M. di anni 50 anche lui originario di Massa Lubrense. L’impatto è stato violento; il 71enne è stato sbalzato in mare e per le lesioni riportate è deceduto presso l’ospedale Cardarelli di Napoli dove era giunto già in gravi condizioni, dall’ospedale civile di Sorrento. Potrà essere solamente l’esame autoptico a stabilire le eventuali cause del decesso. La Centrale Operativa della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia è stata interessata dell’evento intorno alle ore 22.00 circa. Su disposizione dei militari stabiesi, una pattuglia dell’Ufficio Locale Marittimo di Massa Lubrense si è diretta in località Marina del Cantone dove ha coordinato le operazioni di soccorso. L'uomo è stato prontamente trasferito sui mezzi di soccorso, già presenti in località Nerano ed affidato alle prime cure dei sanitari del 118 che, dopo le prime manovre di stabilizzazione, lo hanno trasferito prima all’ospedale di Sorrento e, successivamente, a causa dell’aggravarsi delle condizioni mediche, presso l’ospedale Cardarelli di Napoli.
 

Cellulare in auto. Patente sospesa al primo colpo

Immediata sospensione della patente fino a tre mesi già alla prima infrazione, che potranno diventare sei in caso di recidiva, per chi viene sorpreso a parlare al telefonino o utilizza altri dispositivi elettronici mentre è alla guida. Lo stabilisce un emendamento del presidente della commissione Trasporti della Camera, Michele Meta, approvato dalla stessa commissione, che sta esaminando un ddl sul codice della strada. Con Torna la linea dura Cellulare m auto Patente sospesa al primo colpo l'emendamento si modifica la misura che invece prevedeva la sospensione della patente soltanto alla seconda infrazione in due anni. Più in generale il provvedimento è volto anche a garantire una maggiore sicurezza sulla strada per i ciclisti e i bambini in auto. «Soddisfatto che l'orientamento del governo sia stato fatto proprio dal relatore del provvedimento. Era doveroso assumere una posizione più rigida per limitare l'uso di smartphone e dispositivi elettronici, oggi prima causa di incidenti anche mortali sulle strade», ha commentato il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Riccardo Nencini. (Fonte: Il Corriere della Sera) 

Non basta abbattere le statue - 'Na tazzulella 'e cafè

di Filomena Baratto

Vico Equense - Nel tredicesimo paragrafo del secondo libro della Storie di Tacito vengono abbattute le statue di Vitellio e inviate persone a darne l’avviso ad Antonio. Un gesto che resta indelebile all’interno della storia anche se in un contesto diverso, ma di eguale intensità emotiva così come i fatti di oggi per l’abbattimento della statua di Falcone e per il danneggiamento della stele di Livatino: lì come segno di tradimento, qui per contrastare i simboli della lotta alla mafia. Ma di questi fatti ne è piena la storia. Falcone e Borsellino, così come il giudice Livatino, vengono ammazzati per aver fatto il loro dovere. La morte non cancella il valore di questi eroi. Quelli veri, che in prima fila hanno combattuto pur sapendo di avere pochissime possibilità di farcela, che hanno messo a repentaglio la vita per lo Stato e come unico scopo: colpire la mafia. Restano, anche a distanza dalla loro morte, modelli da seguire se solo si avesse lo stesso coraggio. Per i giovani sono punti di riferimento anche dopo anni dalle stragi. Non basta buttare a terra una statua o sfregiare una stele, con tutto il dispiacere che questo gesto può provocare, interessa quello che uomini del genere hanno infuso nelle menti e negli animi: l’esempio e la voglia di intraprendere sempre la strada giusta anche se si rivela la più difficile. Abbattete pure le statue, tanto saranno ricostruite. L’Italia ha bisogno di uomini così più delle statue. Gli uomini come Falcone e Borsellino, il giudice Livatino e tutti quelli che come loro sono morti per essere scomode presenze, vivono in eterno e i loro moniti si sentono ancora tra i vivi! Abbattendo quelle statue non fate altro che permettere alle loro voci di elevarsi ancora più forti.

Cassazione, Schettino fu negligente

Francesco Schettino
Depositata motivazioni condanna comandante a 16 anni

Meta - Francesco Schettino non osservò il "livello di diligenza, prudenza e perizia oggettivamente dovuto ed esigibile". Lo scrive la Cassazione nelle motivazioni della sentenza con cui ha reso definitiva la condanna a 16 anni per il comandante della Costa Concordia per il naufragio nel quale il 13 gennaio 2012 morirono 32 persone. I tanti morti, oltre alle 193 persone ferite, "molte delle quali costrette a vivere esperienze assolutamente drammatiche, sconvolgenti, inenarrabili", "i gravissimi danni causati all'ambiente, in un tratto di mare di eccezionale pregio", gli "ingentissimi danni patrimoniali", sono le ragioni per cui la Cassazione spiega di condividere la decisioni della Corte d'Appello di Firenze di non concedere le attenuanti al comandante della Costa Concordia. (Fonte: Ansa)

FiordilatteFIORDIFESTA, un menù di eccezione per la 37° edizione

Agerola - Dal 5 al 7 Agosto, Agerola si veste a festa per la 37° edizione della sagra dedicata al fiordilatte. Per l'occasione è stato selezionato un menù tipico di prima scelta. Saranno i sapori del territorio i veri protagonisti della 37° edizione della sagra del fiordilatte di agerola, FiordilatteFIORDIFESTA, che si svolgerà dal 5 al 7 agosto. Re indiscusso della manifestazione sarà il tipico fiordilatte agerolese, amato da grandi e piccini, presente nella maggior parte dei piatti del menù. La festa, divenuta ormai uno degli eventi più importanti e attesi dell'estate campana, si presenta quest'anno con una selezione di piatti rinnovata e tante novità che metteranno in risalto i sapori del territorio agerolese, alla riscoperta del gusto tradizionale del luogo. Tra le novità, oltre ai classici sempre presenti, l'Associazione Sant'Antonio Abate, organizzatrice dell'evento ha deciso di inserire nel menù, che va dall'antipasto al dolce, specialità gustose e veloci da preparare. Si comincia con i classici sfizi del contadino, ovvero la buonissima fresella integrale con pomodorini e fiordilatte; si prosegue con ben due tipologie di primi piatti: gli Gnocchi del Monaco, con fonduta di provola affumicata, erbe aromatiche e scaglie di Provolone del Monaco DOP, e la Pasta con zucchine, preparata con fiori di zucchine e colatura di provola affumicata. Specialità gourmet per la 37° edizione della sagra è la Delizia di fiordilatte in tempura, una bontà da assaporare con le dita. Il menù si conclude con l'ottimo Babà della Gerla, con panna e frutta; il tutto accompagnato da acqua e Vino di Furore Cantine Marisa Cuomo.
 

Campania record per gli incendi mille percento in più

Emendamento del governo : confìsca per chi brucia il proprio terreno. "Colpire estorsori e speculatori"

Fonte: Stella Cervasio da La Repubblica Napoli 

L’ Italia brucia, ma la Campania è in testa per numero di incendi. «Rispetto al 2016, secondo la centrale operativa, sono il mille per cento in più», sottolinea il governatore Vincenzo De Luca. Sul Vesuvio e nelle altre provincie, 220 sono stati gli interventi dei vigili del fuoco dall'inizio dei roghi, secondo il Lazio, con 190 e terza la Toscana con 150. Al momento superiamo anche le altre regioni del sud. I luoghi ancora colpiti: Somma, Sant'Anastasia, gli Astroni, Pollena Trocchia, e per il salernitano, Amalfi, Sarno, Castel San Giorgio e Fisciano. Anche ieri che la situazione appariva sotto controllo le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro operativo aereo unificato ( Coau) del dipartimento di Protezione civile più numerose sono arrivate dalla Campania: 6. Allo studio una misura del governo. «Quello che sta accadendo è uno sconcio. Ci vogliono normative che taglino le unghie agli estorsori e agli speculatori. Le organizzazioni criminali non devono spuntarla neanche su questo terreno».
 

mercoledì 19 luglio 2017

Roberta Scardola: "Social World Film Festival, kermesse prestigiosa che mi ha aiutato a crescere"

Roberta Scardola
di Claudia Esposito 

Vico Equense - Da 6 anni è l'indiscussa padrona di casa del "Social World Film Festival", la mostra internazionale del cinema sociale che tornerà da domenica 23 luglio a Vico Equense con la sua settima edizione. Roberta Scardola si appresta a tornare in costiera sorrentina per condurre, insieme a Yuri Napoli, le serate che vedranno alternarsi sul palco dell'"Arena Loren" grandi nomi del cinema e non solo: tra questi Claudia Cardinale, Laura Morante, Enzo Avitabile e tanti, tantissimi altri. "Ogni anno - spiega Roberta - attendo la presentazione dei nomi degli ospiti con la stessa ansia di un'estrazione dei numeri della lotteria. E ogni anno mi sorprendo dei grandi nomi che Giuseppe e Teresanna Nuzzo riescono a portare in città. Dietro c'è un grande lavoro e tanta, tantissima passione per un festival, fatto dai giovani per i giovani, che cresce di anno in anno". Dopo Maria Grazia Cucinotta, Giancarlo Giannini, Louis Bacalov, solo per citare in minima parte alcuni dei grandi nomi che sono stati ospiti della kermesse, stavolta arriveranno Claudia Cardinale e Laura Morante... "Senza togliere nulla a quanti l'hanno preceduta - continua l'attrice - credo che quest'anno, grazie a Claudia Cardinale, il festival sia diventato ancor di più altisonante. Lei è una delle ultime rappresentanti degli anni d'oro del cinema italiano, una diva richiesta in tutto il mondo e se si pensa che, dopo Cannes, verrà al Social, si può avere un'idea del privilegio grandissimo che avremo.
 

Visita a sorpresa Renzi a scavi Pompei

Visita a sorpresa del segretario del Pd, Matteo Renzi, nell'area archeologica di Pompei. L'ex premier, atteso a Napoli nel pomeriggio per la presentazione del suo libro, ha fatto sosta negli scavi della città vesuviana per un giro nelle ultime domus restituite al pubblico. Alle 16 Renzi è stato nella sede del quotidiano Il Mattino, per parlare del libro e rispondere alle domande del direttore del giornale, Alessandro Barbano.

Renzi, video-intervista al Mattino 
«Caso Consip, voglio la veritàmio padre in ospedale per questo»

Dalla festa dei cornuti alla sagra dei fagioli. Ecco tutti gli eventi finanziati dalla Regione

Stanziati quindici milioni (cinque in più rispetto al 2016) per un anno di manifestazioni 

Fonte: Angelo Agrippa da Il Corriere del Mezzogiorno 

In tutto sono 204 i comuni della Campania che si divideranno una posta di circa 15 milioni di euro per festival, itinerari turistici, sagre e feste di paese, così come previsto dal Programma di eventi per la promozione turistica (giugno 2017/maggio 2018) del Poc Campania 2014-2020. Cinque milioni in più rispetto alla dotazione dell'anno scorso. Inoltre, ad una prima griglia di Comuni ammessi alla selezione, ma con un budget limitato, ieri pomeriggio la giunta regionale, pervasa evidentemente da sensi di colpa, ha ritenuto necessario recuperare tutti i partecipanti e aggiungere più posti a tavola fino ad esaurimento della graduatoria. Giusto per non scontentare nessuno. Tanto che tra gli eventi finanziati singolarmente con una posta di 100 mila euro compaiono assieme all'antico e storico Premio di danza Léonide Massine di Positano e al Premio Sele d’Oro Mezzogiorno di Oliveto Citra (giunto alla XXXIII edizione) anche Le serate del pesce azzurro di Cetara e il giovane ma sponsorizzato Premio Capri danza internazional. Sono 63 le manifestazioni sostenute con dotazioni singole di centomila euro a salire. E si va dai 100 mila euro dell'Ischia Global Film e Music Fest 2017 ai 100 mila euro, sempre ad Ischia, per Paraviso 'e giuuentù, viaggio attraverso la storia, le tradizioni e i luoghi di un'isola unica al mondo.
 

Vico Equense. Aggiudicato l’appalto per le strisce blu

Vico Equense - La Società Terzo Millennio s'è aggiudicata definitivamente la gara indetta dall'amministrazione comunale per la gestione del servizio delle aree di sosta a pagamento ubicate sulle strade di proprietà del Comune di Vico Equense. A questo risultato si giunge dopo un lungo iter procedurale. Lo scorso gennaio il bando per le strisce blu nel Comune di Vico Equense, fu assegnato alla ditta Park Life. Al secondo posto in graduatoria si collocò la Società Terzo Millennio, che poi propose ricorso per l’aggiudicazione definitiva al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, obiettando, tra l’altro l’omissione commessa dalla Park Life nel non dichiarare due gravi inadempimenti contrattuali commessi dalle società Urbania Multiservizi nei confronti del Comune di Ravello, e dal Consorzio Urbania Vivere la Città nei confronti del Comune di Ravello, entrambe le società riconducibili alla Park Life, in quanto, secondo quanto riportato nel ricorso al TAR, sussiste una sostanziale coincidenza dei soggetti societari succedutisi nel tempo. Il TAR Campania nell’udienza del 21 febbraio scorso ha emesso ordinanza nella quale ha sospeso, la determina di aggiudicazione definitiva, perché ha ritenuto sussistente il fumus con riguardo al primo motivo di ricorso, in altre parole all’omessa dichiarazione da parte di Park Life circa i gravi errori professionali commessi da Urbania Multiservizi spa nel Comune di Ravello e dal Consorzio Urbania Vivere la Città nel Comune di Latina, motivando l’ordinanza sulla sostanziale coincidenza dei soggetti succedutisi nel tempo nella Compagine Sociale (da Consorzio Urbania Vivere la Città a Park Life s.r.l.). Il TAR, in sintesi, ha espresso un giudizio positivo, sia pure di carattere sommario, in merito alla fondatezza del ricorso.
 

Giornata di pulizia e tutela dei fondali del litorale metese

Sabato 22 luglio 2017 

Meta - Dopo il grande successo riscontrato nelle attività degli anni passati torna anche per l’estate 2017 l’ormai consueto appuntamento con la pulizia dei fondali delle marine di Meta ed Alimuri, appuntamento irrinunciabile per chi ha a cuore la tutela della “risorsa mare”: la manifestazione, vedrà coinvolte Istituzioni ed Associazioni territoriali da sempre sensibili alla tematiche ambientali e alle problematiche legate all’inquinamento e alla salvaguardia del mare e delle coste. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Meta, è infatti organizzata dall’Associazione Amici degli Abissi in collaborazione con AMP di Punta Campanella e MareVivo e promossa e sostenuta da Pro Loco Terra delle Sirene, dal Consorzio Terra del mare, dalla Cooperativa Amici del mare – Meta, dal Circolo Nautico Marina di Alimuri e da La Grande Onda, con la preziosa partecipazione della capitaneria di Porto. Plastica, vetro, alluminio, gli eventuali materiali ingombranti e tutti i rifiuti solidi sottratti al mare, saranno opportunamente catalogati e censiti dagli esperti dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella, ai quali sarà affidato anche un intrattenimento didattico per i bambini delle spiagge. I rifiuti saranno quindi smaltiti, secondo gli schemi della raccolta differenziata.
 

Napoli tra le 10 città più pericolose ed è scontro

Fa discutere la classifica del tabloid britannico "Sun" 

Fonte: Bianca De Fazio da La Repubblica Napoli 

Il tabloid inglese Sun condanna Napoli: la inserisce nella mappa mondiale delle città più pericolose. Undici in tutto il pianeta: ci sono la capitale dell'Isis Raqqa, Mogadiscio in Africa, la capitale del Venezuela Caracas, Saint Louis in Usa, San Pedro Sula in Honduras, Perth capitale australiana della droga. Città violente, dove la morte è dietro l'angolo, secondo il giornale inglese che sottolinea, per Napoli, la presenza di baby gang, criminalità organizzata, droga, e il gran numero di omicidi. Senza citare dati precisi. Senza usare fonti ufficiali. Napoli diventa sinonimo di Inferno. E la reazione di molti, quella che ad esempio accompagna tanti post su facebook, punta l'indice contro "chi racconta la Napoli violenta". E giù anatemi contro Roberto Saviano o contro la serie "Gomorra". «Eppure io non sopporto chi nega che a Napoli ci si senta spesso insicuri dice Mario Gelardi, il regista che ha scelto la Sanità per il suo lavoro ed il suo impegno sociale - Dobbiamo avere lo sguardo lucido». Ad esempio sulla presenza dell'esercito nelle strade: «L'esercito fa pensare alla guerra. I bambini che crescono vedendo i militari vicino casa percepiscono quelle presenze come un messaggio di guerra. Ed è quanto, evidentemente, percepiscono anche alcuni giornalisti. Passa il messaggio sbagliato».
 

Monte Faito

di Filomena Baratto 

Vico Equense - Faito è il monte più alto del Parco dei Monti Lattari, appartenente a tre Comuni: Vico Equense, Castellammare di Stabia e Pimonte. E’ il luogo più fresco e più panoramico della nostra zona. Prende il nome dai suoi faggi di cui è ricco, luogo salubre per l’aria e le sue acque, infinito, per i tanti sentieri che conducono in punti strategici e panoramici, per i suoi silenzi, la sua neve in inverno e la sua frescura in estate. E’ ricco di macchia mediterranea con un sottobosco di felci, ciclamini, corbezzoli, rose selvatiche, more, fragole. Vi si può accedere sia da Castellammare che da Vico Equense, strade ripide e tortuose. La Funivia rappresenta un rapido mezzo di trasporto per raggiungerlo, sin dal 1952, anno in cui fu avviata per collegare Castellammare a Faito. Fin dai tempi di Carlo d’Angiò, nel 1272, è stato un punto di ricchezza per le zone circostanti, con la sua legna per i cantieri di Castellammare e il suo ghiaccio usato soprattutto in estate per la conservazione dei cibi. E’ stato ed è fonte di ricchezza ancora con i suoi faggeti, i suoi castagneti, la pineta, le case di villeggiatura e i complessi turistici sorti nel tempo. Il monte è ricco di erbe medicinali, e sono tante le specie che si possono trovare qui sopra e solo qui. Ne parla Cassiodoro nelle sue Varie, erbe che una volta erano pascoli ricchi per mandrie da cui veniva fuori un latte miracoloso.
 

Ambiente. Sorrento, torna Ricicla Estate

Sorrento - Arriva a Sorrento, per il secondo anno consecutivo, la colorata carovana estiva di Ricicla Estate, organizzata da Legambiente. L’appuntamento, promosso in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento, Penisolaverde e Conai, si terrà domenica 23 luglio in piazza Veniero, dalle ore 19 alle 21. Oltre a fornire alla cittadinanza consigli pratici sulla raccolta differenziata, protagonisti saranno i bambini: sono stati previsti giochi in legno, per coinvolgere attivamente i più piccoli. Ricicla Estate è una iniziativa promossa da oltre dieci anni da Legambiente e svolge delle tappe presso tutte le maggiori località turistiche della Campania. “E’ con grande felicità – dichiara il consigliere comunale Luigi Di Prisco – che salutiamo anche quest’anno l’arrivo dei volontari di Legambiente per la tappa di Ricicla Estate. E’ di vitale importanza porre la giusta attenzione sulla raccolta differenziata anche nei periodi estivi, ed è ancora più importante organizzare della attività per i bambini per sensibilizzarli verso questa tematica”.

La Thailandia si presenta

Il Paese del sorriso, del wellness e della natura rigogliosa, misterioso e pieno di fascino

di Harry di Prisco

La Thailandia offre ai visitatori un mondo ben diverso da quanto siamo soliti vedere nella nostra vecchia Europa, tutti gli abitanti sorridono e sono estremamente cortesi. Tradizioni, culture, religione e tanto altro non somiglia a nessun altro Paese. Il wellness è qui una filosofia di vita che mette il benessere della persona al centro dell'attenzione, proponendo pratiche di rigenerazione oltre che di mental training combinate con un'alimentazione corretta che favoriscono uno stato di benessere ed equilibrio psicofisico. La Sezione Visti dell’Ambasciata d’Italia a Bangkok ha rilasciato, prevalentemente per turismo, nel 2016 oltre 33 mila visti, in aumento dell' 1,7% rispetto all'anno precedente. Il target è di persone di ceto medio/alto e con un'alta capacità di spesa. Il turista thailandese raramente organizza di persona il proprio viaggio; preferendo rivolgersi ai tour operator, associando il viaggio alla visita ad altri Paesi europei, per una durata media di 10-15 giorni. Fenomeno più recente ma in forte crescita, è quello dei gruppi “incentive” in visita in Italia. Si tratta di viaggi premio organizzati da grandi società per i propri dipendenti o i propri promotori, che sempre più spesso scelgono l'Italia come destinazione preferita. Anche il flusso di turisti italiani in Thailandia risulta in crescita.
 

‘Na tazzulella ‘e cafè

Bambine 

di Filomena Baratto

Vico Equense - Mentre si prende tempo per lo “ius soli”, per diluire l’acqua in cui la pillola deve sciogliersi, ci sono altri fatti gravi relativi ai migranti, come le bambine messe in strada per esempio. Dalle nostre parti, quando si insulta una donna, la si colloca sulla Dominiziana, per dire che si prostituisce. Questa strada è un ampliamento della via Appia costruita sotto Domiziano, come una maledizione inaugurata proprio dall’odiato imperatore. Ma da questo momento in poi può significare anche la strada delle bambine, visto che si è abbassata la soglia d’età per prostituirsi, appena 13 anni. Sono solo bambine arrivate sui barconi e buttate in strada, fatte violentare per abituarle al ritmo di quello che sarà il loro lavoro. Avete mai pensato che una bambina a 13 anni si trova in un momento delicato della sua vita, che iniziarla a questa vita è uno choc, che potrebbe essere vostra figlia, che deve vivere in un ambiente sicuro e invece lotta per la sopravvivenza? Con quale coraggio un uomo la avvicina vedendola tremare come una foglia, trattandola come una donna? E quale donna sarà una bambina che della vita conosce un aspetto così basso e turpe? Qualcuno risponderà che il sesso è vecchio quanto il mondo e queste cose si sono sempre fatte. Ma il mondo civile prevede leggi e pene e se la prostituzione minorile è reato, vuol dire che va perseguita. Perseguita? Sì, in tutti i modi! Già! Ma se si cambiano le carte facendole dire che ha18 anni, che è consenziente e le si fa esibire uno straccio di documento, il gioco è fatto! Un gioco che è una tragedia e tutti stanno a guardare. Più le cose stanno sotto gli occhi più nessuno le vede. Una volta data la cittadinanza a queste bambine, dopo le possiamo mettere in strada con maggiore diritto e più soddisfatti?

A Sorrento nuova attività cerca personale

Sorrento - Il locale aprirà a metà settembre ma, da ora, la proprietà cerca personale. Giovani aspiranti pizzaioli, personale di sala, con conoscenza di lingua inglese, queste le figure che saranno esaminate. Ed essendo la struttura a Sorrento, la ricerca è circoscritta alla Penisola sorrentina. Per candidarsi inviare il curriculum, completo di dettagli, email e telefono a basilicoita@gmail.com. Sarete contatti e già da dopo Ferragosto inizierà un periodo di addestramento.

martedì 18 luglio 2017

Social World Film Festival: torna il Mercato europeo del cinema giovane e indipendente

Incontri, conferenze, dibattiti dedicati ai nuovi talenti. Stand espositivi con le novità di tutti i reparti del cinema. Presiedono Laura Morante e Cinzia Th Torrini. Rai Cinema Channel e Studio Universal tra le realtà presenti 

Vico Equense - Nato nella scorsa edizione del Social World Film Festival per dare voce e spazio a nuovi talenti, torna il Mercato europeo del cinema giovane e indipendente, che avrà luogo dalle ore 16 di mercoledì 26 luglio nel Complesso Monumentale S.S. Trinità e Paradiso di Vico Equense. Il Mercato vedrà importanti professionisti dell’industria cinematografica, produttori, distributori e registi provenienti da vari Paesi, incontrarsi per discutere sulle novità del cinema giovane indipendente. La città costiera si trasformerà quindi in salotto dell’industria cinematografica tra dibattiti, conferenze, incontri e una video library digitale per offrire on demand i 200 titoli iscritti, tra cortometraggi, documentari e lungometraggi indipendenti e due sale a disposizione per la loro proiezione. Grande spazio a stand espositivi con novità da tutti i reparti del cinema a partire da Adcom di Bologna che presenterà le nuove tecnologie audio e video, ed ancora costumi, doppiaggio, effetti speciali, trucco, trasporti.


Eventi. Masanori Aoyagi a Sorrento per il Torquato Tasso Award

L’archeologo giapponese ha ritirato personalmente il premio, conferitogli lo scorso novembre dal Comune di Sorrento e dall’Istituto di Cultura Torquato Tasso 

Sorrento - E’ commissario dell’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone e docente all’Università di Tokyo. Ma soprattutto è un archeologo di fama internazionale, a capo di numerose campagne di scavo anche nell’area vesuviana e autore di numerosi libri su Pompei. Lui è Masanori Aoyagi, ieri sera ospite d’onore al chiostro di San Francesco, a Sorrento. Al termine del concerto dell’Orchestra Giovanile Nazionale dell’Uruguay, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e Alfonso Paolella, dell’Istituto di Cultura Torquato Tasso, gli hanno consegnato il Torquato Tasso Award. Riconoscimento che, per impegni di lavoro, non era riuscito a ritirare personalmente lo scorso novembre, in occasione degli Incontri con la cultura giapponese. Un’edizione speciale, quella del 2016, inserita tra gli eventi ufficiali programmati nell’ambito del 150mo Anniversario delle Relazioni Diplomatiche tra l’Italia ed il Giappone. “Due Paesi che da tempo hanno avviato una stretta collaborazione, soprattutto in campo culturale”, ha sottolineato Aoyagi, esprimendo la propria commozione nel ricevere il prestigioso riconoscimento.
 

Emergenza incendi, tavolo tecnico a Quisisana fra i Comuni del Parco Regionale dei Monti Lattari

Santa Maria del Castello
Vico Equense - Il presidente dell'Ente Parco Regionale dei Monti Lattari, Tristano Dello Joio, ha convocato ieri pomeriggio una riunione tecnica presso la sede di viale Ippocastani, nella Reggia di Quisisana, con i 27 sindaci dell'Ente al fine di istituire un tavolo di coordinamento permanente atto a individuare tutti gli interventi per fronteggiare l'emergenza, e definire le azioni di prevenzione e monitoraggio da attuare nell'ambito del Parco per l'intera stagione estiva. All’incontro ha partecipato il Sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore, che ha messo in risalto la necessità di rimboccarsi le maniche e affrontare il problema, evidenziando il lavoro svolto dall'Associazione Volontari del Faito (AVF). “Un gruppo - ha detto il Sindaco Buonocore - di uomini e donne che con grande sacrificio s’impegna per proteggere il territorio e i suoi sentieri. Ora più che mai avvertiamo la necessità di individuare un Ente che funga da riferimento unico cui rapportarci. Il nostro esercito è composto di volontari che sono pronti a compiere qualsiasi azione pur di difendere il territorio, ma adesso occorre un aiuto dall'alto”. Dopo una tregua, le fiamme sono tornate a farsi minacciose a Santa Maria del Castello, per un incendio divampato nel Comune di Positano, che ha raggiunto il territorio di Vico Equense. L’AVF, per agevolare le operazioni di spegnimento, ha montato una vasca a Santa Maria del Castello, ma i lanci fatti dall’elicottero sono tutti diretti sul versante di Positano. Il presidente dei volontari del Faito Aldo Buonocore s’infuria e stacca le pompe: “Adesso denunciatemi”

A Villa Fiorentino concerto di beneficenza di Giovanni Baglioni

Giovanni e Claudio Baglioni
Sorrento - Musica e solidarietà saranno le protagoniste del Concerto d’ Estate dell’ Inner Wheel Club Sorrento. L’ appuntamento è nella splendida cornice di Villa Fiorentino, sede della Fondazione Sorrento, per sabato 22 luglio 2017 con inizio alle ore 21. Ad esibirsi sarà Giovanni Baglioni, figlio di Claudio, uno dei nomi più interessanti ed originali nel panorama della chitarra acustica solista contemporanea. Il Club Inner Wheel Sorrento, in quest’ anno sociale, con il progetto “Adotta un Oratorio”, intende dare il suo contributo per corroborare i legami sociali adolescenziali, aggregare i giovani attorno a sani valori morali e fisici, favorire il confronto intergenerazionale, educare alla sana convivenza. Il Club innerino nel corso di questi dodici mesi organizzerà, sosterrà e promuoverà convegni, manifestazioni ed eventi, tutti incentrati sui giovani e per i giovani. A dare il via al progetto innerino 2017/2018 sarà questo eccezionale concerto di chitarra acustica. Uno spettacolo musicale per esperti ed appassionati, nel corso del quale le corde della chitarra di Giovanni Baglioni, vibreranno, diventeranno linguaggio, si faranno racconto. Un evento live per tutti coloro che, sensibili ai temi sociali e dei giovani, sceglieranno di essere presenti a fianco di Inner Wheel Club Sorrento, ad una serata suggestiva e indimenticabile, il cui ricavato contribuirà a sostenere i lavori per la sistemazione e l'allestimento di una saletta multimediale per i giovani che frequentano l’Oratorio San Martino di Sant’Agnello.

Contributi per l'ingresso:
€ 20 ADULTI
€ 15 YOUNG (dai 22 ai 30 anni)
€ 10 UNDER 21

Vesuvio, sul fronte del fuoco con secchi e pochi mezzi. La Procura: una regia unica

Denuncia dei pompieri sopra quota mille: mancano le bocchette dell'acqua I canadair francesi tornano a casa. A Ercolano esplode un nuovo incendio  

Fonte: Gimmo Cuomo da Il Corriere del Mezzogiorno 

Ercolano - Più di una settimana dopo l'inizio dell'emergenza incendi, la penuria di uomini e mezzi da opporre ai piromani risulta sempre più evidente. Basti pensare che l'altra notte per far fronte ai roghi che hanno ripreso vigore sul Vesuvio e nel cratere degli Astroni a causa del vento e di nuovi inneschi mirati sono state impiegate squadra di vigili del fuoco da Caserta, Forlì, Ferrara e l'Aquila che hanno affiancato i colleghi napoletani. E come se non bastasse ieri mattina i due canadair francesi, che con strategie operative all'avanguardia, avevano contribuito in maniera decisiva nei giorni precedenti al contenimento del fronte del fuoco, sono stati richiamati in patria per l'aggravarsi della crisi anche in terra transalpina. «Eppure per fronteggiare quello che sta accadendo ce ne vorrebbero dodici», ha detto Luca Capasso, sindaco di Ottaviano e presidente della Comunità del Parco del Vesuvio, dopo aver trascorso la notte a Torre del Greco dove ha registrato la paura della gente. Si continua intanto a inseguire un movente. Al lavoro le procure di Napoli, Nola e Torre Annunziata.
 

Penisola sorrentina. Acque pulite, ok dell’Arpac

Penisola sorrentina - Il mare della penisola sorrentina è pulito. Lo dice l'Arpac, che ha effettuato un nuovo monitoraggio delle acque che bagnano la costiera. Il battello dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale si è mosso lungo la linea di costa tra Vico Equense e Massa Lubrense. Il campionamento è stato effettuato tra il 10 ed il 12 luglio scorsi nei diversi punti di prelievo prestabiliti e ora sono stati resi noti i risultati, dopo le analisi effettuate dai tecnici nei laboratori specializzati dell’Arpac. Secondo i rilievi effettuati, il responso è più che positivo. Le verifiche, infatti, oltre a constatare l’assenza di forme batteriche come escherichia coli ed enterococchi intestinali, hanno appurato anche l’assenza di schiuma e mucillagine, così come di rifiuti solidi o residui bituminosi e idrocarburi. I controlli hanno evidenziato che non sono presenti neanche meduse.

‘Na tazzulella ‘e cafè

Il piromane

di Filomena Baratto

Vico Equense - Tu, che non riesco nemmeno a chiamarti uomo, e che te ne vai appiccando il fuoco alla tua terra, sei indescrivibile. Nemmeno l’aggettivo vuole starti accanto. Ce l’hai una madre, un padre, una famiglia, persone che ami? Ne dubito, se tu volessi loro bene non faresti mai una cosa del genere! Chi vuol bene, ama in forma circolare, non per qualcosa sì e un’altra no. Se potesse difendersi ti vomiterebbe addosso, si armerebbe contro di te anche il più piccolo filo d’erba. Li hai sorpresi nei loro respiri vitali, mentre la linfa scorreva felice, mentre il sole caricava la loro energia e tutti gli esseri del bosco erano in concerto. Con quel gesto che ti sembrava insignificante hai innalzato una pira che ha avvolto ogni cosa, portando desolazione là dove c’era felicità. Il tuo gesto è intriso di bassezza, di viscido intento e una volta che hai acceso e buttato la sigaretta, scappi facendo finta di niente. Magari sei proprio tu il padre di famiglia, il bravo figlio, o il nipote…Chiunque tu sia, sei la feccia nera. Magari farai finta di non sapere, di aver visto qualcuno appiccare, di lamentarti e maledire i piromani, di chiamare qualcuno a soccorrere. Ti confonderai tra gli altri come se niente fosse. Lo fai per soldi? Per costruire al posto degli alberi? Per essere il mandante e tu, come pecora, acconsenti? Quale vantaggio trai da questo scempio? Sei parte di questa vita e non capisci che soffochi anche tu, che fai del male anche a te stesso.
 

Salvatore Di Giacomo. Una rara cartolina spedita dal poeta napoletano da Sant'Agata sui Due Golfi

Massa Lubrense - Il grande poeta napoletano, Salvatore Di Giacomo (1860-1934), spediva, ogni giorno, molte lettere e cartoline, queste ultime spesso stampate con delle foto di Napoli, realizzate con la sua famosa macchina fotografica Kodak, vergate con la sua bella calligrafia, a colleghi giornalisti, editori musicali, scrittori, poeti, compositori, artisti, familiari, conoscenti e amici. Ne costituisce testimonianza il ricco epistolario, inventariato e custodito presso la Biblioteca Nazionale di Napoli, nella sezione Lucchesi Palli, della quale, peraltro, Di Giacomo, per molti anni, fu direttore-bibliotecario. Le cartoline venivano spedite anche dalle località di villeggiatura del golfo, da lui frequentate nella stagione estiva, come Agerola, Sorrento, Sant’Agata sui Due Golfi e Capri. In particolare, da Sant’Agata sui Due Golfi, dove il poeta soggiornò dal 1909 al 1930. Delle missive santagatesi di Di Giacomo, tuttavia, restano pochissime tracce nelle pubbliche biblioteche, racchiuse, forse, nelle collezioni private. Non rappresenta una sorpresa, quindi, che, in questi giorni di presentazioni, in costiera, del nuovo romanzo di Raffaele Lauro, “Don Alfonso 1890 - Salvatore Di Giacomo e Sant’Agata sui Due Golfi”, sia venuto alla luce, per merito dell’albergatore sorrentino Massimo Fiorentino, un interessante cimelio: una cartolina autografa di saluti e di ringraziamenti ad un’amica napoletana, firmata dal poeta e dalla giovane moglie Elisa, spedita dal borgo di Massa Lubrense, a fine agosto 1927. Massimo Fiorentino, erede dell’indimenticabile padre Alfonso, uno dei padri del turismo di Sorrento nel secondo dopoguerra, si annovera tra i più appassionati collezionisti di rarità del passato peninsulare, con particolare interesse per le foto d’epoca della Sorrento di fine Ottocento e degli inizi del Novecento.
 

Massa Lubrense celebra i poeti del nuovo millennio

Tributo omaggio alla musica e alla poesia di Domenico Modugno, Luigi Tenco, Lucio Battisti e Lucio Dalla

Massa Lubrense - L’evento propone due appuntamenti: lunedì 24 luglio, alle ore 21, in piazza Vescovado, a Massa Lubrense, e venerdì 4 agosto, sempre alle ore 21, a Marina del Cantone. La prima edizione della manifestazione, promossa dall’assessorato comunale al Turismo e spettacolo, in collaborazione con Syrene Music Eventi – Penisola Sorrentina Art Festival, ideata dal vice sindaco Giovanna Staiano. L’obiettivo dell’amministrazione comunale, presieduta dal sindaco Lorenzo Balducelli, è di individuare un comune denominatore in un percorso ideale sui cantautori del Nuovo Millennio, collocati nella storia della Musica e dell’Arte contemporanea. In quest’ottica, la prima edizione della manifestazione sarà focalizzato sui versi e le canzoni di Domenico Modugno, Luigi Tenco, Lucio Battisti e Lucio Dalla. I brani affidati alla voce di Francesca Maresca, accompagnata in scena dai musicisti Luigi Belati, al pianoforte; Franco Ponzo, alle chitarre; Davide Costagliola, al basso; Gabriele Borrelli, alle percussioni; Claudio Romano, alla batteria. Allo spettacolo partecipa l’attore Marco Palmieri, mentre le coreografie sono curate da ASD Spazio Danza Sorrento.
 

Turismo, Campania al settimo posto in Italia e prima al Sud

Il rapporto curato da Unicredit e Touring Club Italiano 

Il turismo continua a essere un driver decisivo per il nostro Paese. L'industria turistica italiana vale, infatti, oltre 70 miliardi di euro (ovvero il 4,2% del Pil) che salgono a 172,8 miliardi di euro (il 10,3% del Pil) se si aggiunge anche tutto l'indotto. E in questo contesto la Campania con oltre 18,8 milioni di presenze turistiche, si classifica al settimo posto fra le regioni italiane (ai primi posti si confermano il Veneto con 63,2 milioni, la Toscana con 44,3 milioni e la Lombardia con 37,8 milioni). A confermare questi dati, informa una nota, è il rapporto sul turismo 2017, curato da UniCredit in collaborazione con Touring Club Italiano "II turismo, dunque, si conferma come un settore rilevante nell'economia campana, ancora con grandi potenzialità e significativi margini di crescita - sottolinea la nota - Per quando riguarda l'offerta ricettiva, nel 2015 la Campania si è attestata all'undicesimo posto in Italia per numero di esercizi turistici (5.677) e al nono posto per numero di letti totali ( 200.585 ) ". Nel quinquennio 2010-2015 inoltre l'offerta ricettiva della Campania ha registrato un incremento di letti totali pari allo 0,7% (più 3,8% il dato medio Italia). Un dato interessante riguarda poi la distribuzione dei posti letto regionali per tipologia di struttura ricettiva: nel periodo considerato il 60,1% dei posti letto è stato offerto da alberghi, il 24,1% da campeggi e villaggi turistici, il 4,7% da alloggi in affitto, il 4,1% da B&B, il 3,5% da agriturismi e l’ 1,4% da altri esercizi ricettivi. Sulla base poi delle presenze turistiche (che nel 2015 sono state oltre 18,8 milioni) la Campania si è dunque classificata al settimo posto in Italia, con una crescita nel quinquennio 2010-2015 dell' l,6% (+4,6% il dato medio Italia) e prima regione del Sud Italia. (Fonte: La Repubblica Napoli) 

lunedì 17 luglio 2017

Vico Equense c’è… Sapori della Campania, ecco la guida di Repubblica

Gennaro Esposito
Da venerdì in edicola 

Fonte: Pasquale Raicaldo da La Repubblica Napoli 

C’è una Campania particolarmente felix. Prende forma a tavola, nei mille cenacoli del gusto che attraversano il territorio di una regione m cui saperi e sapori si intrecciano, da millenni. Per raccontarla arriva nelle edicole e librerie di tutta Italia, da venerdì 21 luglio, la nuova Guida di Repubblica ai sapori e ai piaceri della Campania. Molto più di una semplice guida, un vero e proprio passepartout per il mondo dell'enogastronomia di Napoli e delle isole del golfo, di Salerno e Caserta, Benevento e Avellino. Con alcuni Cicerone d'eccezione, a cominciare da Renzo Arbore, che racconta la "sua" Campania del gusto in una intervista di dodici pagine: suggestioni del passato (le vacanze da adolescente tra Ischia e Amalfi, la pizza fritta nei vicoli del centro storico, le colazioni al bar California di Santa Lucia) e un vero e proprio inno alla cucina "made ßç Napoli". Al punto che - sottolinea il direttore delle Guide di Repubblica, Giuseppe Cerasa - «fa riflettere la sua ostinazione a non rassegnarsi alla Napoli del no, delle cose che non vanno e a tifare e a impegnarsi per la Napoli del sì, per ri lanciare nel mondo il meglio del made in Sud, che trova in Campania i testimoni più prestigiosi». Tra questi, nelle pagine della Guida compaiono i generosissimi racconti di Lina Sastri ed Erri De Luca, Serena Autieri e Giobbe Covatta. Diego De Silva e Giuliana De Sio, Iaia Forte, Vincenzo Salemme e Marisa Laurito.
 

Incendi, Longobardi: “La Campania è sotto attacco, non molliamo”

Alfonso Longobardi
Regione Campania - “Sono stato oggi presso la sala operativa della Regione Campania, per monitorare ulteriormente il dramma incendi sul nostro territorio. Alle ore 17 circa sono oltre un centinaio i fronti di fuoco che devono essere fronteggiati. Ma le richieste di nuovi interventi sono continue.” Lo ha detto il Consigliere regionale Alfonso Longobardi che, in seguito ai recenti incendi boschivi che hanno interessato gran parte del territorio della Campania, sta monitorando ogni giorno la situazione. “I punti sulla mappa della Campania – continua Longobardi - che indicano roghi e fiamme parlano da soli. Rinnovo l’appello dei giorni scorsi, sia alle istituzioni nazionali ma anche europee e internazionali: serve aiuto, servono più uomini e mezzi. La Regione Campania sta dispiegando tutte le forze possibili di cui dispone, ma occorre un aiuto aggiuntivo. L’emergenza perdura da giorni e gli incendi dolosamente appiccati sono, sia per numero che per dimensioni, tantissimi e di ampia portata. Voglio pubblicamente ringraziare la Sma Campania, la Protezione civile, il personale regionale, i vigili del fuoco, le forze dell’ordine e tutti i volontari che sui territori con grande tenacia e sacrificio stanno lottando ora dopo ora contro le fiamme. È una situazione gravissima ed occorre un intervento forte delle istituzioni pubbliche ad ogni livello. La Campania è sotto attacco, non molliamo”, conclude il Consigliere Longobardi.

Gori. Video e fumetti per sensibilizzare i cittadini sulla tutela del mare



Cinque mini spot a fumetti e una famiglia con genitori piuttosto distratti, ma figli attenti ed informati: parte da qui la campagna per la tutela del mare, creata da GORI e che oggi prende il via per approdare su web e social, ma anche direttamente in spiaggia, attraverso le locandine che saranno distribuite presso gli stabilimenti balneari della costa vesuviana, della penisola sorrentina e dell’isola di Capri. Il mare ha bisogno davvero della collaborazione di tutti per essere tutelato e per questo GORI scende al fianco delle Istituzioni - Regione Campania e Comuni in primis - e delle associazioni ambientaliste per mettere in campo azioni volte alla salvaguardia dell'ambiente e del mare stesso. Web e Facebook, anche grazie alla creazione di una pagina dedicata, saranno dunque i principali strumenti per veicolare gli spot video che in vari episodi, uno per ciascun materiale "incriminato", dalla lattina alla cicca di sigaretta, intendono far conoscere nel dettaglio ed in modo simpatico i notevoli danni che gesti superficiali possono provocare al mare. Attraverso il linguaggio universale dei fumetti, che affascina grandi e piccini e resta impresso nella memoria, si scoprirà che una bottiglia di plastica lanciata in mare può impiegare circa 1000 anni per essere assimilata dall’acqua, mentre una bottiglia di vetro circa 400.
 

Vico Equense. Convocato il Consiglio comunale

La seduta è stata fissata per venerdì 21 luglio 

Vico Equense - Un consiglio comunale con cinque argomenti in scaletta quello convocato dal presidente Massimo Trignano. La seduta è stata fissata per venerdì 21 luglio 2017 alle 8.30. Oltre alla canonica approvazione dei verbali della seduta precedente, e alle comunicazioni, si discuterà la ratifica della delibera di Giunta a oggetto “bilancio 2017 e bilancio pluriennale 2017/2019. Variazione al bilancio” e dell’adeguamento del regolamento acustico, approvato il 31 luglio del 2016 dal Consiglio comunale, alla sentenza del Tar Campania (2848/2017). Il Comune di Vico Equense dovrà nuovamente rimodulare il testo andando a ridefinire i contorni degli articoli 19, 20 e 21.

Marina di Vico. Colonia estiva “Argento vivo” e spazio ludico ricreativo

Vico Equense - Con un decreto del Sindaco Andrea Buonocore, da oggi, più di 1200 metri quadri di arenile alla marina di Vico saranno destinati a servizio estivo comunale per anziani (colonia estiva “Argento vivo”) nelle ore mattutine e spazio ludico-ricreativo per adolescenti e adulti nelle ore pomeridiane e serali. La gestione della spiaggia è stata affidata alle cooperative sociali “La Locanda” e “Il Delfino” e all’Associazione “La Punta del Vento”, che tra l’altro dovranno assicurare una serie di servizi come la sorveglianza, l’animazione, la sistemazione di sdraio e ombrelloni favorendo gli anziani particolarmente bisognosi, la fornitura di merenda quotidiana per ogni partecipante alla colonia, uso dei servizi igienici, spogliatoio e doccia calda. L’iniziativa è rivolta a tutti quelli che hanno superato i sessanta anni di età. Lo spazio sarà utilizzato per organizzare attività ludiche ricreative rivolte a tutte le fasce d’età: adulti, adolescenti, bambini con il contributo e la sorveglianza degli anziani disponibili e di concerto con gli operatori della zona ed eventualmente con il contributo di altre associazioni e cooperative sociali. Le attività consisteranno nell’organizzare manifestazioni, attività sportive, tornei ludici educativi, laboratori d’arti e mestieri all’aria aperta e quant’altro riguardante la sfera sociale e dell’intrattenimento. Il tutto con lo scopo di contribuire a sviluppare il borgo della marina di Vico anche ai fini dell’incremento dell’offerta turistica. Tali attività non avranno scopo di lucro e saranno assicurate anche con la partecipazione attiva dell’Amministrazione Comunale in termini di supporto logistico e della fornitura delle attrezzature necessarie, secondo le disponibilità economiche dell’Ente stesso che all’occorrenza potrà assegnare eventuali risorse finanziarie.

Incendi dal Vesuvio a Paestum De Luca: «Strategia eversiva»

Torre del Greco assediata, sfollati nelle scuole. De Luca: c'è un disegno eversivo 

Fonte: Paolo Barbuto da Il Mattino 

Tornano le fiamme, rinasce la paura al Vesuvio, colpa del vento, maledetto vento che ha soffiato sulla brace nascosta dentro la cenere e ha dato nuova linfa all'incendio scoppiato ormai dieci giorni fa e non ancora domato. Ieri a Torre del Greco le fiamme sono rinate, hanno percorso la montagna, si sono avvicinate al mare alle spalle di via del Commercio e la gente dei lidi s'è gettata in acqua nel tentativo di trovare salvezza: inventi, fra i quali due disabili, sono stau soccorsi dalla guardia costiera e portati in salvo. E non è finita: sem pre nella città corallina, sono state aperte nella tarda serata di ieri altre due scuole (che si aggiungono a quella aperta martedì scorso) per ricoverare gli sfollati della nuova emergenza provocata dalle fiamme. Uno scenario al quale il governatore Vincenzo De Luca ha assistito dalla sala operativa della Protezione civile. Ed è il governatore a commentare: «E’ lecito considerare non solo una evidente azione criminale, ma quasi disegno eversivo. Mi pare chiaro che chi ha vissuto per anni e anni sull'economia dell'emergenza, punti a ricreare le condizioni per poter guadagnare ancora perpetrando i disastri dell'ambiente. Noi continueremo la nostra azione per ripulire l'ambiente contro ogni interesse illecito e criminale.
 

'Na tazzulella 'e cafè

Femminicidio 

di Filomena Baratto 

Vico Equense - E’ una formula matematica: al tuo rifiuto, io ti uccido. La donna decide di separarsi e l’uomo la punisce con la morte. Da troppo tempo sentiamo storie del genere, ancora oggi l’uomo si comporta come un bambino che grida sempre : “Al lupo, al lupo!”. Uccidere la persona amata è come dire di non averla mai amata. E cosa sarà perderla per sempre se lei si è permessa di contraddirlo? La regola è: “Se non vuoi stare più con me, non starai più con nessun altro”. L’uomo giudice della donna, della sua libertà, del suo pensiero, del suo bene, come nel Medioevo. Non sopporta di dipendere dal suo amore e che lei sia l’artefice della sua infelicità. Si è armato e mascherato meglio proprio dietro i diritti a favore della donna. E’ come dire: “Ti elevo a regina ma sono io il tuo protettore”, intendendo che “anche un respiro lo devi a me”. Fino a quando continuiamo a vedere veline, e le new entry di oggi, le “ombrelline”, tante donne immagine che fungono da cornice, tanta bellezza osannata per poi ucciderla, il mondo sarà degli uomini e la donna sarà sempre la sua appendice. Un gap mentale questo da combattere con tutti i mezzi, in una guerra più culturale che di campo, dove non si contrasta solo l’uomo, ma tutte quelle consorterie che nei secoli hanno guidato e rafforzato il genere maschile. Storia, Chiesa, Politica hanno sempre messo da parte la donna come elemento disturbatore al loro agire radicando nell’uomo quella matrice che oggi emerge col delitto facile. E se il problema resta alla donna è lei che dovrà combatterlo, magari declinando da ora in poi un mondo al femminile per riappropriarsi di tutto quello che nei secoli le è stato tolto facendole credere che non le spettasse.

Riapre il giardino della Santissima Trinità e Paradiso

Vico Equense - Sarà riaperto al pubblico, oggi, lunedi 17 Luglio, dalle 19.00 a Via San Ciro, il piccolo giardino dell’Istituto Santissima Trinità e Paradiso in occasione del nuovo allestimento estivo curato dalla Fondazione Vico Equense F.A.S.T . “Riconsegniamo alla città un’oasi verde ed uno spazio per i nostri bambini ed anziani. Vista la chiusura, ci è sembrato un dovere morale e civico provare a riaprirlo: avremmo voluto fare senz’altro molto di più – dichiara inoltre Giuseppe Alvino il Presidente della Fondazione – ma considerati i tempi stretti con cui si è concretizzata questa progettualità estiva non abbiamo potuto incidere di più sul contesto preso in gestione. Quello che certamente proviamo a fare è offrire ai piccoli del territorio, agli anziani e in generale a tutte le fasce di età un’oasi naturale , pulita, in cui poter giocare o semplicemente passare qualche ora di tranquillità lontano dalla caoticità della città. Ringrazio per la fiducia accordataci e la disponibilità dimostrataci il Presidente Vincenzo Esposito e tutti i volontari che hanno dato una mano a ripulire e consentire la riapertura ”. Il giardino resterà aperto tutti i giorni, dal lunedi alla domenica, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17.30 alle 20.30.

domenica 16 luglio 2017

Social World Film Festival 2017, programma

Piazza Mercato
Vico Equense - Il Social World Film Festival parte proprio con Enzo Avitabile il 23 Luglio e con i suoi 2 David di Donatello, 2 Nastri d’Argento, il Globo d’oro ed il Ciak d’oro, riconoscimenti ottenuti in questo 2017 per aver curato la colonna sonora del film “Indivisibili” di Edoardo de Angelis. Il compositore e cantautore sarà il primo ospite della giornata d’apertura della settima edizione Social World Film Festival, per una serata evento dedicata alla pellicola del regista casertano che verrà proiettata alle 20.30 in piazza Mercato – Arena Loren. Per l’occasione Avitabile si esibirà nel concerto “Acoustic World”, una carrellata in chiave acustica gli ultimi 12 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi. Sul palco lo accompagneranno Gianluigi Di Fenza alla chitarra ed Emidio Ausiello alle percussioni. Al termine dell’esibizione verrà consegnato ad Avitabile il premio Golden Spike Award. Il Social World Film Festival prosegue il 24 Luglio con la proiezione del film “Le Verità“, girato proprio a Vico Equense e di cui vi abbiamo parlato tempo addietro. Ospiti della giornata, la madrina del Festival Laura Morante, Miriam Candurro ed il cantautore Bungaro. Il giorno 25 Luglio è dedicato a grandi e bambini con la proiezione del film Disney, “La bella e la bestia”. Un omaggio agli Oscar viene fatto invece il giorno 26 Luglio con la proiezione di “Io prima di te”, che apre le porte ad un 27 Luglio ricco di ospiti come il cast di Braccialetti Rossi; da Gomorra, Cristina Donadio e Fabio De Caro; Loredana Simioli e Sabrina Impacciatore. Serata di pre-chiusura il 28 Luglio con la proiezione del film “Mine” e gli ospiti Serena Autieri e Claudia Cardinale. La chiusura del Festival che si terrà il 29 Luglio, come di consueto, si terrà con un Gran Galà che vede protagonisti Lello Arena, Tosca D’Aquino, Fabio Fulco, Giorgio Marchesi, Sergio Assisi, Maurizio Casagrande e la musica de i Foja.
 

Arola. Sagra del Riavulillo


Vico Equense - Anche quest’anno il “riavulillo” torna sui carboni ardenti nelle sere del 30 - 31 luglio e 1 agosto per infiammare i palati ed i cuori degli estimatori, dei curiosi e degli innamorati delle tradizioni popolari. Durante i tre giorni della sagra del riavulillo sarà possibile degustare anche il famoso “Provolone del Monaco DOP“, il miele di castagno prodotto localmente, i dolci tipici della tradizione napoletana. La prima sagra fu inaugurata nel 1990 e da allora ha avuto sempre un grande successo di pubblico. Il riavulillo (diavoletto) è un piccolo caciocavallo di pasta filata, lavorato a mano e farcito con olive nere, olio di olive e peperoncino tritato, sottoposto a un trattamento di affumicatura. La felice unione del peperoncino piccante, delle olive e del formaggio esalta il palato e inducono a continui peccati di gola, specie se innaffiati da un buon bicchiere di vino. Il riavulillo, che costituisce sia un gustoso antipasto sia un ottimo secondo piatto, va servito caldo e filante, alla brace, al forno o al cartoccio. Nel comune di Vico Equense oltre al classico riavulillo, se ne producono anche originali varianti meno piccanti ma sempre “divini”, con farcitura al prosciutto, al pomodoro fresco e basilico, alle olive bianche o con i funghi. Questo tipico prodotto della terra sorrentina lo si trova per la maggior parte nella zona collinare di Vico Equense, e sopratutto nella frazione di Arola nota per la sua produzione casearia. Le serate inizieranno alle 20:00 e, oltre a degustare il riavulillo in tutta la sua bontà e altri prodotti tipici della zona, potrete ascoltare dell’ottima musica e bere vino in compagnia di amici e parenti.

Pro Loco Vico Equense. Aperi-Trekking a Santa Maria del Castello un aperitivo diverso dal solito

Domenica 30 luglio 2017 ore 17.30 

Vico Equense - Aperi-Trekking a Santa Maria del Castello un aperitivo diverso dal solito. Domenica 30 luglio 2017 ore 17.30, un nuovo appuntamento della Pro Loco Vico Equense. “Nonostante l'incendio – spiega Donato Aiello, presidente della Pro Loco - abbiamo deciso di mantenere la data, il 30 luglio visiteremo Santa Maria del Castello, con un itinerario un po' diverso da quello di partenza. Avremo con noi anche un esperto che dedicherà un po' di tempo a 'raccontarci ' della montagna, dei disastri ambientali e delle possibilità di ripresa.” Insieme con una guida Aigae, si percorrerà in parte un piccolo sentiero che conduce al Monte Comune. Durante il tragitto si potrà ammirare il panorama mozzafiato a picco su Positano e ci sarà la possibilità di rilassarsi per poi riprendere il cammino e in un percorso ad anello raggiungere la località 'sulle punte' da dove, oltre ad ammirare la splendida vista, uno specialista spiegherà ai partecipanti l'entità del danno provocato dall'incendio dei giorni scorsi, sensibilizzando su comportamenti più 'eco-compatibili'. Si proseguirà, poi, alla volta della cappella di Santa Maria del Castello per scoprirne alcune curiosità, davanti la quale sarà offerto un aperitivo a base di prodotti dell'orto a km.0. Il tour finirà intorno alle 21.

Prenotazione obbligatoria: info@prolocovicoequense.it - 3393958998 / 3313102009 
Il costo dell'escursione compreso l'aperitivo é di 7 euro a persona

Vico Equense. Alex Zanotelli, una vita dalla parte degli ultimi

Alex Zanotelli
Vico Equense - Questa sera, alle 19.30 presso la parrocchia dei Santi Ciro e Giovanni, incontro con Alex Zanotelli, sulla salvaguardia del creato. “Il tema, inutile dirlo, è attualissimo – spiegano gli organizzatori di Generazione Futuro - e centrale nella vita di ciascuno di noi, anche alla luce di quello che, purtroppo, sta ancora accadendo in queste ore sul Vesuvio.” Padre Alessandro Zanotelli, missionario comboniano, è stato per anni in Africa sulla frontiera dei più poveri della Terra. E’ stato direttore della rivista Nigrizia. Ora è da qualche anno a Napoli impegnato nel Rione Sanità. È l'ispiratore e il fondatore di diversi movimenti italiani tesi a creare condizioni di pace e di giustizia solidale. Il 23 settembre 2013 gli viene conferita la laurea honoris causa in Giurisprudenza presso il Dipartimento Jonico in "Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture» dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. È direttore, sin dalle origini, della rivista nonviolenta fondata da don Tonino Bello, Mosaico di Pace.

L’uomo “cortese”

di Filomena Baratto

Vico Equense - C’era una volta l’amor cortese… Non è di quello che voglio parlare, ma dell’uomo “cortese”, e come la sua cortesia sia tutt’altro. Come si presenta l’uomo “cortese”? Quando dico uomo parlo di genere umano. C’e un tipo d’uomo “cortese” che potete trovarlo anche garbato, gentile, urbano, educato, benevolo, accomodante, sincero, preparato, ma troppo macchinoso! Quando ve lo trovate davanti vi chiedete: “Cosa c’è in lui che non va?” Il fatto è proprio questo, che di lui va tutto bene, troppo bene, ma qualcosa vi dice che quel tutto ha dell’incomprensibile, un quid che non quadra. Può trattarsi solo di un’illazione o una sensazione e, prima di asserire che sia “cortese”, aspettate che si muova. La cortesia di cui parlo non è riferita a come tossisce o se chiede il permesso per fumare o se presenta modi poco eleganti. No, la sua cortesia si colloca nelle azioni che fa in modo non coerente, basandosi sul lavoro degli altri e prendendosi i meriti, muovendosi in un gruppo e lasciando fare agli altri, dopo aver dato direttive. Ancora riesce a trovare cavilli a cui appellarsi, ribaltare situazioni, trarre profitti da situazioni che girano a suo danno. Questo è un suo stile di vita che non sai da quale scuola l’abbia appreso, forse avrà frequentato College o i Barnabiti, la scuola statale o privata, il risultato non cambia. Questo tipo di cortesia non è possibile impartirla e nemmeno estirparla, è insita in lui, forse attecchita fin giù nel DNA e sradicarla è inconcepibile. Nasce già in seno alla famiglia dove viene visto da subito come un Deus ex machina, tutti gli girano intorno, gli evitano ogni azione e pensano per lui. Intanto che gli altri operano, lui affina la mente su come ripararsi dagli urti della vita.
 

Cicloscalata del Faito

Vico Equense - È partita alla grande la cicloscalata del Faito. Più di 200 i partecipanti alla quinta edizione della competizione ciclistica amatoriale, organizzata dall’Asd Ciclismo Sorrentino e patrocinata dal Comune di Vico Equense. Il ciclismo è uno sport duro ma che regala soddisfazioni sia a chi lo pratica sia a chi lo segue. Per riuscire occorre passione, costanza e tantissimo allenamento, e il monte Faito è una tappa doverosa per gli amanti delle prove in salita. Il percorso di gara che prevede inizialmente un tratto turistico di 8 chilometri tra Vico Equense, il Bikini e di nuovo Vico centro per poi salire verso il Faito passando per le località di Massaquano e Moiano fino a raggiungere la vetta in piazzale Funivia al termine di una salita di 17 chilometri con una pendenza media del 5,8%, la massima del 12% e un dislivello complessivo di 1000 metri. La premiazione della gara ciclistica è prevista per le ore 12 in piazza Mercato.

FOTOGALLERY 

Sorrento. Proposta la cittadinanza onoraria Don Alfonso Iaccarino

Sorrento - Un fragoroso applauso del numeroso e qualificato pubblico, presente nella Sala Consiliare del Comune di Sorrento per la presentazione del romanzo di Raffaele Lauro, “Don Alfonso 1890 - Salvatore Di Giacomo e Sant’Agata sui Due Golfi”, ha accolto la proposta del moderatore della manifestazione, il giornalista Antonino Pane, di conferire la cittadinanza onoraria di Sorrento al grande maestro della cucina mediterranea, don Alfonso Iaccarino. La proposta, sostenuta fortemente dall’autore del libro, è stata sposata subito, e con entusiasmo, dal sindaco Giuseppe Cuomo, il quale se ne farà portatore nelle sedi istituzionali. Anche la seconda presentazione del libro di Lauro, dopo il successo a Sant’Agata sui Due Golfi, ha riscosso un unanime consenso, alla presenza di sindaci e di assessori degli altri comuni della Penisola Sorrentina, nonché di una delegazione venuta da San Martino Valle Caudina. Tutti gli interventi hanno evidenziato l’importanza dell’opera di Lauro, che, oltre ad esaltare la dinastia Iaccarino, celebra il ruolo internazionale assunto dalla filosofia gastronomica dello chef stellato, coadiuvato dalla moglie Livia e dai figli, Ernesto e Mario. Gli interessanti e colti interventi dell’assessore Maria Teresa De Angelis, del dottor Paolo Pane, dell’imprenditrice Paola Iaccarino Caccia, del professor Enzo Puglia e del presidente Federalberghi, Costanzo Iaccarino, hanno documentato ampiamente l’importanza, culturale e turistica, dell’intera opera di Lauro. Un ruolo che porta il nome di Sorrento e della Penisola Sorrentina nel mondo.
 

De Luca: ora è rischio frane

Vincenzo De Luca
Dopo i roghi convocato un vertice per monitorare i pericoli di smottamento. Incendi sotto controllo. I vigili del fuoco al prefetto: mancano pure gli idranti 

Fonte: Gimmo Cuomo da Il Corriere del Mezzogiorno 

Mentre si combatte ancora contro gli incendi soprattutto sul Vesuvio, il governatore Vincenzo De Luca cerca di guardare oltre le fiamme e annuncia il monitoraggio del rischio frane nelle aree rimaste prive di vegetazione. «In settimana è già in programma una riunione con il direttore generale dei Lavori pubblici che dirige il Genio civile territorialmente diviso per province. Valuteremo la possibilità, da subito e comunque non appena sarà possibile, di effettuare sopralluoghi nelle aree investite dagli incendi, inviando funzionari addetti alle valutazioni dei possibili rischi di smottamenti o frane. I nostri funzionari potranno valutare se esistono innanzitutto situazioni di rischio a ridosso di centri abitati e di strade, in modo da intervenire anche in somma urgenza al fine di contenere il pericolo per la pubblica incolumità». Sui fronti del fuoco si sono registrati leggeri miglioramenti, con la progressiva diminuzione dell'offensiva da parte dei piromani che, tra giovedì e venerdì, come riportato dal Corriere del Mezzogiorno, hanno sferrato un deciso attacco prima dell'entrata in vigore dell'accordo tra la Regione e i Vigili del fuoco per il potenziamento degli organici fino alla fine dell'estate. Alcuni focolai sul Vesuvio sono ancora accesi. Molto lavoro in particolare a Terzigno. Piccoli incendi ancora resistevano a Somma Vesuviana e a Ottaviano.
 

sabato 15 luglio 2017

Francesco Nardo nuovo responsabile del Settore Giovanile

Francesco Nardo
Il Fc Sant’Agnello comunica che il ruolo di responsabile e coordinatore del Settore Giovanile sarà affidato a Francesco Nardo. Il tecnico di Vico Equense ha sempre dimostrato di saper lavorare benissimo con i giovani, riuscendo sempre a plasmare squadre con un progetto sportivo legato in maniera strettissima al territorio costiero. Alla guida del San Giovanni Battista centra i play-off di Seconda Categoria, prima di compiere il salto di qualità a Sant’Agnello raggiungendo risultati importanti sia con le formazioni Allievi e Juniores, che con la prima squadra. Quest’anno ti appresti a svolgere il ruolo prestigioso di responsabile e coordinatore dell’intero settore giovanile santanellese. Avverti un maggiore carico di responsabilità per questo nuovo impegno? “Sarà un impegno duro ma allo stesso tempo molto stimolante. Spero di riuscire a far meglio di quanto realizzato dai miei predecessori negli ultimi 2 anni, ed ho fiducia nella ferma volontà del presidente Negri ha di rilanciare il settore giovanile, come dimostra la partecipazione a tutti i 4 campionati regionali”. In che modo intendi operare per creare un filo conduttore tra le diverse categorie? “Punteremo forte sulla crescita individuale dei nostri tesserati, che influirà inevitabilmente sui risultati delle compagini di riferimento. Il nostro compito sarà formare calciatori in grado di essere gradualmente inseriti in prima squadra, così come lanciare qualche prospetto interessante tra i professionisti come già accaduto negli ultimi anni. Per ottenere questi risultati bisogna però lavorare sotto un’unica guida, ma in maniera lineare e coordinata”.